lunedì 31 maggio 2010

ABC dello scrap : E come Embossing

Una delle tecniche più usate come decorazione nello scrapbooking, ma anche per abbellire biglietti o addirittura costruire abbellimenti, è l'embossing ovvero il rilievo.
Oggi giorno ci sono diversi modi di ottenere l'effetto rilievo e, di sicuro, tra questi c'è anche quello che fa al caso vostro.
Intanto diciamo subito che potrà capitarvi di sentire parlare di heat embossing o di Dry embossing, almeno sui siti americani. l'Heat embossing è il rilievo ottenuto con i timbri e le polveri da embossing, mentre il Dry embossing è semplicemente ottenuto grazie alla pressione sulla carta con lo strumento adeguato.

EMBOSSING CON MASCHERE DI OTTONE (classico)

cliccate sulle immagini per vederle ingrandite


Per questo avete bisogno di mascherine traforate di ottone che trovate nei negozi di hobbistica in diverse dimensioni e con svariati disegni, una penna-bulino e un tavolo luminoso.


si appoggia la mascherina sul tavolo luminoso, poi ci si mette il cartoncino sul quale vogliamo ottenere il rilievo, a rovescio e con la punta del bulino si passano i contorni del disegno che si scorge in trasparenza, premendo. Si userà una punta più piccola od una più grossa a seconda della grandezza del disegno e dello spessore della ,con una proporzione inversa: più è spessa più la punta è sottile più è leggera più la punta sarà grossa.

Il risultato sarà questo:


Il rilievo potrà essere lasciato così o evidenziato maggiormente con gessetti o, per carte scure, passandoci leggermente della carta abrasiva.

EMBOSSING SENZA TAVOLO LUMINOSO

Molto simile alla tecnica precedente, con la differenza che non necessita di una fonte luminosa poichè le mascherine, in materiale plastico simile a quelle degli stencil, viaggiano accoppiate.


si inserisce il foglio sul quale fare l'embossing, sempre a rovescio tra le due mascherine gemelle, appoggiate sulla base adeguata (per la carta pergamena sarà una base più morbida di gomma simile al mouse-pad) e come nella tecnica precedente si premerà lungo i bordi del disegno con il bulino, come se si stesse tracciando il contorno disegnando.
In questo caso vedremo il disegno non in trasparenza ma grazie alla maschera superiore.


Il risultato  sarà così:


rispetto al metodo precedente, oltre al vantaggio di non avere bisogno della luce, c'è anche meno rischio di bucare la carta perchè le maschere sono meno spesse di quelle di ottone e l'operazione rimane più dolce, sebbene precisa.

Rimanendo in questa tipologia di embossing abbiamo anche la tecnica per creare delle textures in rilievo, usando delle tavolette  e un bulino con tre palline



Si appoggia il foglio a rovescio sulla tavoletta e si passa l'attrezzo in modo circolare e premendo.
volendo si può ripassare anche con la penna-bulino se si vuole il rilievo più nitido.


e questo è l'effetto:


Il vantaggio, come si può intuire, è quello di poter lavorare su superfici più grandi.

Per chi ha poco tempo esistono anche delle presse con le quali possiamo creare l'effetto embossing in pochissimo tempo.


In pratica funzionano come nel caso della fustellatura ma al posto di mascherine da taglio ci saranno mascherine da rilievo, in ottone con il loro negativo in plastica a rilievo (alcune hanno tavolette di plastica).


 Si inseriscono nella pressa con la carta in mezzo, si aziona la pressa e...


 Otteniamo il rilievo in pochissimo. Personalmente le trovo utili quando si ha fretta, ma certo, tolgono un po' il gusto di un lavoro più manuale e personale.

HEAT EMBOSSING

Come dicevamo all'inizio, per questo tipo di embossing avete bisogno di timbri , pigmenti per timbri ad asciugatura lenta e polveri per embossing. Per riscaldare le polveri esiste un attrezzo apposito chiamato heater o pistola a caldo, molto simile allo sverniciatore, (che potrete usare in alterntiva):


Si procederà come per l'uso normale dei timbri ad inchiostrare il timbro scelto, oppure si pò fare direttamente il disegno con i pennarelli da embossing.


e dopo aver timbrato si ricopre  il disegno ancora fresco con la polvere da embossing scelta.


Vi consiglio di fare questa operazione tenendo sotto un foglio brutto piegato a metà
per poi, dopo aver scrollato la polvere in eccesso, rimetterla nel suo recipiente


Con la pistola a caldo si riscalda la polverina rimasta attaccata al disegno timbrato, che, essendo termosensibile, si scioglierà e si rapprenderà per creare il rilievo.


qui l'effetto con una polvere opaca

qui con la classica polvere più lucida.

Una volta raffreddata, quasi immediatamente, potete colorare il vostro disegno con tranquillità sia con pennarelli che con acquerelli o matite, perchè il contorno in rilievo non sbaverà.

ROPE EMBOSSING

Il rope embossing è un rilievo ottenuto usando lo spago (rope), per creare lo spessore del disegno.

Con della colla si crea il disegno che si desidera, a mano libera o seguendo la traccia fatta prima a matita


con attenzione ci si incolla dello spago, sempre seguendo il disegno


a questo punto si incolla al di sopra un secondo foglio che sarà quello su cui otterremo l'effetto rilievo e voilà:


Avete trovato l'embossing che fa per voi? Allora esercitatevi perchè nei prossimi giorni vi chiederemo di cimentarvi in prima persona!!!
A presto!

11 commenti:

Titart ha detto...

utilissimo!!!
l'ultima tecnica non la conoscevo -appena ho occasione la sperimento!!! :-)

claudia ha detto...

La spiegazione è eccellente e visto che volevo cimentarmi nel dry embossing adesso sono più sicura e sicuramente comprerò mascherine e bullino per provare
Grazie mille
Claudia

Rita ha detto...

ragazze... siamo contente di esservi state utili... esercitatevi... che presto ve lo chiederemo per una nuova iniziativa, alla quale speriamo partecipiate numerose!

PaolaEtta ha detto...

bellissimo tutorial Stefi, molto dettagliato! grazie

crazycanca ha detto...

grazie per le informazioni fornite....sono tutte utilissime e particolareggiate!!

Marta - missunshine ha detto...

Grazie post utilissimo!!!
vado subito a provare!

Anonimo ha detto...

wow!! meraviglioso!!! ma posso chiederti una cosa?? dove posso trovare quell'attrezzo "bulino con tre palline"....???
grazie mille!

Rita Scrapbookingitalia ha detto...

Ciao anonimo! intendi il bulino, quello per "incidere" l'immagine? scrivici una mail spiegandoci cos'è che ti ha colpito così cercheremo di darti qualche indicazione. ciao

Anonimo ha detto...

Ciao!ho letto ora questo articolo e volevo farti i complimenti..spiegazione molto chiara e utile!!
Grazie mille!!!:-)

Anonimo ha detto...

Sempre io:-) potresti sugerirmi qualche sito per comprare il bulino a tre palline con le tavolette?e dei cartoncini da scrapbooking?:-) è da poco che mi sono avvicinata a questo mondo creativo e non so dove conviene e cosa conviene acquistare:-)
Grazie mille in anticipo:-)

Cristina C. ha detto...

In risposta all'anonimo: scrivi pure una mail all'indirizzo sopra in alto a destra e ti risponderemo. ciao