giovedì 2 febbraio 2006

ATC Artistic Trading Card

Sfogliando un po' di riviste americane di Scrapbooking e Papercrafting, e spulciando un po' di galleries mi sono accorta che sempre più scrappers si interessano a questi piccoli capolavori per cui, sperando che la cosa possa interessarvi, voglio riassumere per tutte quello che sono riuscita a sapere delle ATC. 

Cosa sono in pratica?
Sono delle carte della misura pressappoco di una carta telefonica. Vengono create essenzialmente per scambiarle, un po' come facevamo con le figurine, ma in questo caso ogni carta è un esemplare unico in quanto fatto a mano e firmato dall'artista e vi assicuro che il collezionismo ha preso parecchio piede in tutto il mondo, con tanto di siti per lo scambio e quotazioni delle artiste più brave e/o conosciute 


CARATTERISTICHE
Dimensioni: 3,50 x 2,50 pollici (8,9 x6,4 cm) 

Questo è l'unico vero vincolo poiché le carte devono avere assolutamente queste misure per dirsi ATC. Alcune grosse aziende si materiale per scrapbooking, fiutato l'interesse, hanno creato dei page protector ad hoc per contenerle, del tipo usato dai collezionisti di carte telefoniche.

Per semplificare direi che gli elementi delle card sono quattro : TEMA, SFONDO , SOGGETTO PRINCIPALE , ABBELLIMENTI , declinati diversamente a seconda dell'estro dell'artista. Vediamoli in dettaglio:

Tema : Ogni ATC ha un tema, o per meglio dire un titolo. Spesso le artiste creano delle serie numerate di carte con lo stesso tema – fiori, frutta, natale, estate, etc. - e realizzano un certo numero di ATC in serie. Gli scambi delle ATC hanno un tema comune a tutte le partecipanti.

Sfondo : è dei materiali più vari, dal cartoncino al metallo alla stoffa, acquerellati, dipinti o alterati e stressati con vernice acrilica, tecnica del collage, timbri e tamponi, proprio come lo sfondo delle nostre pagine di Scrapbooking, ma in miniatura.

Soggetto Principale: in inglese viene denominato “main element” . Le card hanno un tema ed il soggetto principale serve a declinare questo tema, ne è il punto focale. Attualmente la moda è di usare immagini retro, soggetti di vecchie foto o vecchie pubblicità. Altre volte vengono utilizzati disegni originali dell'artista, schizzi, oppure clipart, diecuts e molto altro ancora poiché la fantasia non ha limiti.

Abbellimenti: c'è poco da spiegare alle scrappers in materia di abbellimenti; bottoni, nastri, definizioni, piccoli journaling usando il pc, adesivi, pizzi, francobolli, clip ed altri abbellimenti metallici…c'è posto per qualsiasi elemento, come già da tempo nelle pagine dei nostri album di foto. 


A questo punto la domanda nasce spontanea: cosa farne? Scambiarle prima di tutto e poi scegliere se tenerle lì, raccolte in un album, o utilizzarele per le nostre pagine di scrapbooking, le nostre card, come già facciamo con le tag o i telai di diapositive decorati. Le ATC diventano a loro volta un elemento per la pagina dell'album, un piccolo capolavoro che renderà ancora più uniche le nostre pagine. 

Risorse:
per chi fosse interessata ad approfondire il tema e ad ammirare le ATC che affollano la rete lascio qualche link interessante e qualche utility. Cimentatevi e vi divertirete di certo! 

Templates
Come ricavare dieci ATC partendo da un foglio 8,5 x 11 pollici:

Come realizzare una busta per l'ATC:


Gallerie:

Qui c'è anche una ATC della nostra Joan Craft, il mio interesse è partito da qui per cui la ringrazio pubblicamente:

da twopeas ATC a tema Halloween, WillY Wonka e Chocolate



mettete ATCs come parola chiave nella galleria di Twopeas e vi si aprirà davanti un mondo nuovo.

Barbara Menchise per Scrapbookinitalia ©2006

1 commento:

handmadecreativity ha detto...

Ciao... grazie per la spiegazione chiarissima e ben fatta. Mi sono imbattuta tante volte in questa sigla ma senza conoscerne il significato... ciao