giovedì 15 gennaio 2004

L'impaginazione

Costruire un Scrapbook è un po' come fare un libro e per la chiarezza e l'impatto, che vogliamo che lasci su chi lo guarda, dobbiamo deciderne l'impaginazione.
Se osservate riviste e libri, noterete che pur avendo ogni pagina molti elementi diversi, esiste sempre una somiglianza, nel numero delle colonne del testo, nella posizione del titolo o delle immagini, insomma ancora una volta ritroviamo la parola coerenza....

Per un album creativo come uno scrapbook, non necessariamente dbbiamo decidere una "gabbia" da mantenere per tutto l'album, ma certamente dobbiamo avere presente quanto spazio abbiamo davanti, quindi il formatodella pagina, e dove normalmente cade l'occhio, quando si osserva una pagina.
L'andamento della vista, segue quello della nostra scrittura e lettura, cioè da sinistra verso destra in un movimento a Z passando da una riga o un paragrafo all'altro, perciò l'ideale sarebbe sempre porre il nostro punto focale in alto a sinistra nella nostra pagina e bilanciarlo con gli altri elementi seguendo la z.
si può anche decidere di dividere con la mente la nostra pagina in tre sezioni verticali ed orrizzontali i punti di incontro di queste linee sono i punti di equilibrio della nostra pagina.

Non dobbiamo sentirci rigidamente legati a queste formule, ma certamente, se abbiamo un dubbio, controllando un po' questi punti riusciremo a dare equilibrio e armonia all'insieme.
spesso però ci troviamo di fronte anche ad elementi di diversa forma che, a volte, pere addiritttura che non vogliano stare nella stessa pagine...per risolvere questo enigma, suggerisco sempre un piccolo e semplice esercizio che ho fatto durante i miei studi di Graficae che possono tranquillamente fare anche i bambini..
prendete un foglio che rappresenti la vostra pagina, ritagliate delle figure geometricheda altri cartoncini, magari colorati, un quadrato, un triangolo,un rettangolo,un esagono etc... e provate a disporle sul foglio una volta disposte, cercate di capire, osservandole, se vi sembrano ben distribuit,e o se invece,appaiono troppo ammassate in un certo punto o troppo in basso o troppo in alto...se qualche figura è come se trascinasse tutte le altre con se appesantendo solo un punto della pagina...o se invece danno una sensazione come di sospeso lasciando vuoto un gran spazio. Insomma, cercate di capire se il vostro occhio percepisce qualche squilibrio, se in un certo modo vi piace più che in un altro
potete anche segnare le posizioni con una matita, di modo da notare la differenza quando le sposterete.
Giocare un po' in questo modo, vi farà aguzzare lo sguardo e capire come mettere le forme nello spazio (la vostra pagina) in modo armonioso.
Se siete proprio alle prime armi, esistono anche bozzetti di pagine (chiamati anche sketches) già fatti da altre scrappers che si possono usare, alcuni molto famosi e sfruttati sono quelli di Becky Higgins sui quali ha anche pubblicato un libro (in Inglese), ma potete anche osservare le pagine degli altri e provare a scoprirne l'impaginazione per poi utilizzarla nelle vostre pagine.
Tuttavia, sono davvero convinta che con un po' di allenamento e di osservazione, riuscirete anche da voi,
a costruire delle pagine equilibrate ed armoniose, che cattureranno lo sguardo in un colpo d'occhio.

Stefania Bussoli per Scrapbookingitalia ©2004

Nessun commento: